Montemerano è una frazione del comune di Manciano,  in provincia di Grosseto. La sua posizione strategica gli fa dominare i meravigliosi panorami della Maremma Toscana, spaziando da Saturnia fino al Monte Amiata.

Il borgo sorge lungo la strada che da Manciano conduce a Scansano e si trova a soli 4 chilometri dalla località termale di Saturnia.

Il caratteristico borgo medievale fu fatto edificare nel corso del XIII secolo dalla famiglia Aldobrandeschi. Successivamente, nel corso del XIV secolo, Montemerano passò sotto il controllo dei Baschi, sotto la città di Orvieto e il secolo successivo venne annesso alla Repubblica di Siena, lo trasformò facendolo diventare un’imponente fortezza e sotto la quale rimase fino alla seconda metà del XVI secolo, quando divenne parte del Granducato di Toscana.

Il centro storico del borgo di Montemerano custodisce monumenti preziosi, che ne raccontano la storia e le vicissitudini :

  • Mura di Cinta:
    la cinta muraria di Montemerano venne eretta dagli Aldobrandeschi nel corso del XII secolo e terminata nel XIII. Le mura furono edificate attorno a tutto l’abitato di Montemerano e sotto il dominio senese vennero ampliate e rinforzate, è in questo periodo che viene edificato il Cassero Senese.
  • Chiesa di San Giorgio:
    la chiesa venne edificata nel corso del XIV secolo. Fu restaurata nel periodo rinascimentale. L’edificio sacro custodisce alcune importanti opere d’arte, tra cui un dipinto raffigurante la Madonna della Gattaiola, risalente al 1400, un dipinto raffigurante la Madonna in Trono con Bambino e Santi, attribuito all’artista Sano di Pietro, una statua in legno di San Pietro e una raffigurante l’Assunzione di Maria, del 1445 e del 1600.
  • Chiesa della Madonna del Cavalluzzo:
    edificio sacro minore del borgo di Montemerano, la chiesa fu eretta nel corso del XV secolo fuori dalle mura. La chiesetta custodisce un affresco risalente al 1400 e raffigurante la Madonna col Bambino, due Angeli e San Rocco inginocchiato.
La Torre Medievale è il più alto dei bastioni che sulla via dell’ospedale rafforzavano la cinta muraria; fu costruita probabilmente sotto il dominio dei Baschi (nei primi anni del 1300) e restaurata in seguito dai Senesi agli inizi del XV secolo.

Fu eretta a ridosso dei bastioni delle mura, per migliorare le capacità di avvistamento e quindi di difesa del castello. Elemento tipico del torrione è la finestrino della guardiola, in bianco travertino e sormontata da uno stemma.

Ai primi del 900 fu aggiunto un balconcino che si inserisce con armonia tra la torre e le mura.

Link utili: tuttomaremma