Le Terme di Saturnia

Secondo una leggenda, le Terme di Saturnia, note anche agli Etruschi e ai Romani, si sarebbero formate nel punto in cui cadde sulla Terra un fulmine che Giove scagliò contro Saturno, mancandolo, a seguito di un violento litigio scoppiato tra le due divinità mitologiche.

Le acque sulfuree sgorgano ad una temperatura di 37,5 °C e hanno rinomate proprietà terapeutiche. Le sue acque, ricche di plancton termale, sono sulfuree solfato-bicarbonato-calcio-magnesiche con una forte concentrazione di idrogeno solforato e anidride carbonica.
La portata della sorgente è di circa 800 litri al secondo e ciò garantisce un ottimale ricambio d’acqua. I sali minerali disciolti nell’acqua ammontano a 2,79 grammi per litro.

Le terme di Saturnia sono molto frequentate e conosciute anche olreoceano, tanto che negli Usa, precisamente a Miami, hanno cercato di copiarle e per ottenere i maggiori benefici possibili hanno iniziato ad importare i fanghi liofilizzati direttamente da Saturnia.

Con le sue quattro piscine termali all’aperto, gli idromassaggi e i percorsi vascolari ad acqua fredda e calda, il Parco piscine delle Terme di Saturnia è uno dei più grandi della Toscana e si presenta come una vasta oasi interamente dedicata al relax.

L’area termale di Saturnia presenta, nel suo complesso, una vasta area liberamente fruibile ed una zona dove si è sviluppato il lussuoso stabilimento termale delle Terme di Saturnia.
Le principali cascate termali sono le Cascate del Mulino, situate presso un vecchio mulino e le Cascate del Gorello, che offrono un accesso libero durante tutto l’anno.
Le Cascate del Mulino sono uno dei luoghi più suggestivi della Maremma Toscana, sono celebri per la particolarità di essere state scavate direttamente dall’acqua solfurea che ha scavato, nel travertino, delle piccole e caratteristiche piscine, nelle quali l’acqua scorre in continuazione, per finire poi nella grande piscina finale.

terme-di-saturnia

mulino

terme-del-mulino